NarniToday

Corsa all'Anello di Narni, ecco le novità per un futuro proiettato ai prossimi cinquant'anni

L'evento ruota attorno alla festa di San Giovenale (3 maggio) ed attrae migliaia di visitatori da ogni parte d'Italia

foto corsallanello.it

Corsa all'Anello si cambia. La manifestazione che attrae migliaia di visitatori da ogni parte d'Italia, propone delle significative novità a livello organizzativo. La composizione di una nuova 'Associazione Corsa all'Anello" alla quale saranno soci fondatori i tre terzieri, il comune di Narni, la parrocchia di San Giovenale e Cassio.

Il comunicato che annuncia tutte le novità

"Dopo un lavoro approfondito e che ha coinvolto i comitati dei Terzieri, l’Ente Corsa all’Anello ed il Consiglio Comunale di Narni" - si legge nell'incipit - si è giunti alla conclusione della composizione dello statuto della nuova “Associazione Corsa all’Anello”. Ne saranno soci fondatori i terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria e soci di diritto il comune di Narni e la parrocchia di San Giovenale e Cassio.

Una forma giuridica salda e chiara che darà vita all’Associazione Corsa all’Anello proiettata ai prossimi cinquant’anni e che acquisisce definitivamente ruolo autonomo, autorevolezza e responsabilità del patrimonio rievocativo, religioso e turistico più importante della città.

L’autonomia si esplica principalmente attraverso l’elezione, da parte dei sessanta membri dei comitati dei terzieri, della figura del presidente che sarà chiamato a guidare l’associazione nominando anche i responsabili di cinque delle otto segreterie individuate nel nuovo statuto. Le tre rimanenti saranno invece nominate, nell’ottica del coinvolgimento dell’organismo maggiormente rappresentativo della comunità narnese, dal consiglio comunale di Narni.

Sia la figura del presidente che quelle dei responsabili delle otto segreterie saranno frutto di auto candidature spontanee, che nel caso del presidente competeranno nell’elezione nel consiglio dei sessanta che racchiude i membri dei comitati dei Terzieri, mentre nel caso dei responsabili delle otto segreterie saranno oggetto delle nomine del Presidente eletto e del Consiglio Comunale.

Al di la di aspetti di dettaglio si esplicita definitivamente il forte legame tra Associazione Corsa all’Anello ed i Terzieri che ne eleggeranno il Presidente ed insieme saranno chiamati ad un lavoro di squadra paritario, di grande responsabilità e con l’ambizione di innovare un patrimonio fondamentale della nostra comunità.

Finisce l’era del sindaco che è sempre stato, nei cinquanta anni di storia della Corsa all’Anello, anche presidente dell’Ente Corsa e si attiva un dialogo tra pari con il Comune, ed in particolare col Consiglio Comunale, che rappresenterà la salda presenza istituzionale a sostegno, sempre, dell’Associazione e dei Terzieri che ne fanno parte.

Inizia l’era di un organismo autonomo nella gestione, autorevole nel radicamento nei terzieri e nel loro fattivo coinvolgimento, responsabile nel portare avanti una storia ed una tradizione straordinaria che ha bisogno oggi di un’evoluzione positiva ed innovativa nella forma giuridica e nei contenuti per guardare ai prossimi cinquanta anni con l’entusiasmo di sempre.

Il primo di dicembre 2018 si terrà l’assemblea dei sessanta che dovrà adottare il nuovo statuto e passare poi all’elezione del Presidente che, nei giorni successivi ed insieme al consiglio comunale, sarà chiamato ad individuare i responsabili delle segreterie.

Potrebbe interessarti

  • Laghi in Umbria, per un bagno rinfrescante o una passeggiata nella natura

  • Memoria olfattiva, come gli odori riportano alla luce i ricordi

I più letti della settimana

  • Terrore in California, imprenditore ternano fra le pallottole di una sparatoria

  • Terremoto nella notte, l’epicentro fra Acquasparta e Massa Martana

  • La vincitrice del Grande Fratello Martina Nasoni: "Dovrò operarmi nuovamente"

  • Tragico incidente, muore travolto dal proprio trattore

  • Doppio incidente stradale nella mattinata odierna: uomo rimane ferito dall'impatto

  • Giovani disoccupati, arriva l’assegno di “aiuto alla persona”: 300 euro al mese dalla Regione

Torna su
TerniToday è in caricamento